(via fluidofiume)

#Peanuts  

Branches of an Almond Tree in Blossom (Interpretation in Red), 1890, by Vincent van Gogh

(via cocchino)

Avevo letto, sì, che in prigione si finisce col perdere la nozione del tempo. Ma questo non aveva molto senso per me. Non sapevo, prima, fino a qual punto i giorni possono essere lunghi e corti allo stesso tempo. Lunghi a vivere, senza dubbio, ma talmente distesi che finiscono per traboccare gli uni sugli altri. Così perdevano il loro nome. Le parole ieri o domani erano le sole che conservassero un senso per me.
Quando un giorno il guardiano mi ha detto che ero lì da cinque mesi, gli ho creduto, ma non l’ho capito. Per me era sempre lo stesso giorno che scorreva nella mia cella, e io percorrevo sempre la stessa via.

Lo straniero - Albert Camus

cortescontadettaarcana:

Young Frankenstein - Igor and Elizabeth.

gooblegobbleblog:

Si reblogga sempre con piacere.

Nymphéas, 1914-17, Claude Monet

(via nonsoqualeurl)

In which the Twelfth Doctor is me.

(via whoneedsavenues)

hiphiphoorayok:

Love and death.

(via getmadthengetoverit)